Bookmark and Share

Lungo i sentieri delle Alpi

“Strada buona n’fu mai lunga” è il detto popolare che dai lontani anni ’80 don Franco Sgoluppi aveva fatto suo per invitare le famiglie della parrocchia Madonna del Latte ad arrampicarsi lungo gli erti sentieri alpini, quando la fatica si faceva sentire. Trentaquattro anni e più di campeggi, organizzati con cura, disponibilità e attenzione dai due parroci: don Franco detto “accorciastrade” perché era solito barare sulla lunghezza dei percorsi, e poi don Paolo Bruschi “il cerbiatto delle Dolomiti”. Le generazioni si sono rinnovate, ma lo spirito di aggregazione, la voglia distare insieme, di conoscersi di aiutarsi sono sempre gli stessi. L’andare con lo zaino in spalla, camminare con fatica più o meno lentamente a seconda dell’età lungo i sentieri che raccontano la loro storia, fermarsi in borghi antichi ricchi di tradizioni, attraversare ruscelli chiassosi, passare per boschi misteriosi, avvicinarsi a pascoli ruminanti e risuonanti rendono persone più attente, rispettose e coraggiose. Le valli dolomitiche e i paesaggi valdostani conoscono bene l’allegria e la gioia dei partecipanti ai campeggi della parrocchia: bambini, genitori, nonni hanno lasciato e continuano a lasciare l’impronta degli scarponi sui viottoli più suggestivi, avvicinandosi alla montagna con umiltà e pazienza, rispetto e silenzio.

Ognuno ha gustato il piacere di addentare i panini, riposti negli zaini, dopo le lunghe camminate, e ha apprezzato la grandezza, la bellezza e la libertà che il raggiungimento di un traguardo offriva loro. Alle ore 18, nelle piccole sale che odoravano di abete messe a disposizione dagli alberghi, si sono celebrate tante liturgie; e agli incontri di riflessione, sapientemente guidati dai parroci, che avvenivano a giorni alterni durante la settimana partecipava l’intera comunità. Tutti sentivano il bisogno di ringraziare con il cuore quel Dio perfetto creatore ditanta bellezza e generoso Padre disposto a offrire doni gratuiti ed eccezionali. I campeggi estivi della Madonna del Latte, risorsa inestimabile per tutta la collettività, hanno perfettamente raggiunto gli scopi prefissati: donare gioia, serenità e benessere al corpo e allo spirito.

Arrivederci al prossimo campeggio!

(Il Consiglio parrocchiale)

Da sinistra: uno dei primi campeggi parrocchiali con don Sgoluppi; in montagna con don Bruschi; una sfida durante il Palio dei poderi

Bookmark and Share