Bookmark and Share

Bibbia, parola dirompente nella nostra vita

PDal19 novembre presso la parrocchia della Madonna del Latte la Missionaria francescana dell’Immacolata Rossella Bignami terrà una serie di incontri di catechesi bibliche per avvicinare la Bibbia in modo molto concreto alla vita reale.

er questi quattro incontri mi è venuto spontaneo pensare al bisogno di ritrovare la centralità della Parola di Dio nella vita del credente, nella nostra vita di fede quotidiana; però una lettura orante della Scrittura - non tanto uno studio, una comprensione solamente intellettuale, ma una comprensione della Scrittura che possa trasformare gradualmente la nostra vita, e che possa diventare gesti, parole, azioni concrete secondo lo stile diDio.Quindi una lettura orante della Scrittura come - penso - ciascuno di voi ha sperimentato: forza dirompente, consolante, a volte anche scomodante, ma sempre meravigliosa. La parola del Signore è come una spada - dice laLettera agli Ebrei- “che penetra fino al punto di divisione dell’anima e dello spirito e discerne i sentimenti del cuore e i pensieri del cuore”.

Una parola che può illuminare la mente, ma soprattutto Dio ce la dona perché ci indichi la direzione in cui volgere il nostro sguardo. È una parola che forgia e ha sempre forgiato i santi, i discepoli del Signore, ma anche continua ad accompagnare quanti sono assetati di Lui, quanti sono mendicanti dell’amore.

Con questo spirito vorrei presentare qualche spunto, provando ad avviare dei processi, più che dare delle soluzioni o delle catechesi. Vorrei tentare di condividere con le persone che parteciperanno qualcosa che prima di tutto ha toccato la mia vita, il mio cuore, e che continua a metterla in moto sulle strade del mondo - come sono chiamata a fare, visto che sono una missionaria.

È importante nella Parola incontrare questo volto amico e dialogico di Dio. Per cui ci aiuta a fare esperienza della forza creatrice, vivificante sempre rinnovante della sua parola. È una parola che è dono e rivelazione, come vedremo dall’esperienza del popolo di Israele nel primo incontro; poi una parola che si fa carne nel grembo di Maria, e che attraverserà tutta la sua vita, come continua ad attraversare lenostre, coinvolgendo Maria e quindi anche noi nella vita del Figlio e anche nella missione e nel destino di questo Figlio di Dio.

Una parola che quindi, in noi come in Maria, può diventare veramente sorgente di vita e può trasformare le nostre vite. Vedere come questa parola si è incarnata nella figlia di questo popolo, Maria di Nazareth, diventa modello archetipo di tutte le accoglienze che anche noi siamo tenuti a fare della presenza e del passaggio di Dio nella nostra vita e nella nostra storia.

Rossella Bignami

La Madonna del Latte

Bookmark and Share